Maxienduro e Scrambler atto secondo: le novità del Trofeo 2019

Cinque appuntamenti ed importanti novità per la nuova stagione del trofeo dedicato a scrambler, maxienduro e special con vocazione fuoristradistica: il TROFEO MAXIENDURO E SCRAMBLER FMI compie due anni e propone il suo sostanzioso programma e nuove regole pensate per chiamare alla sfida offroad tutti i motociclisti, anche i meno esperti di competizioni.

Formula di gara smart, con giro del percorso dai 20 ai 25 chilometri da ripetersi più volte e prove speciali cross test, prove di abilità e slalom.

Una proposta facile ma appassionante, mirata al totale divertimento e la possibilità di partecipare con la formula agonistica vera, o touring: per il primo caso occorrerà la licenza sportiva FMI Elite, Fuoristrada o Amatoriale, mentre per la versione turistica, servirà la tessera member FMI e certificazione medica di idoneità alla pratica sportiva per le attività non agonistiche . La differenza tra le due sarà principalmente nelle prove speciali: mentre per i piloti in gara, unici ad accumulare punti validi per il trofeo, sono previste prove di abilità e speciali fettucciate cronometrate, i partecipanti touring affronteranno solo le prove di abilità.

A queste due già interessanti opportunità di partecipazione si somma una terza, puramente turistica, cui è possibile iscriversi con la tessera member FMI senza l’obbligo della certificazione medica: in questo caso nessun passaggio in speciale né prove di abilità, ma divertimento assicurato sullo stesso percorso della gara!

Anche per le formule turistiche l’iscrizione è limitata alle moto contemplate nelle classi del Trofeo.

Obbligatorio per tutti l’abbigliamento offroad: stivali, guanti, protezioni, casco.