Pneumatici consentiti

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ENDURO 2020

Aggiornamento del 28.01.2020


Art. 187 – Pneumatici e cerchi

  1. Tutti i pneumatici saranno misurati, montati sul cerchio, ad una pressione di 1 kg/cm2 e ad una sezione del pneumatico situata a 90° dal suolo.
  2. Ogni modifica del cerchio od ai raggi di una ruota integrale (presso fusa, stampata, colata, ecc.) così come sono forniti dal fabbricante del cerchio o della ruota, o ad un cerchio tradizionale scomponibile solo che per i raggi, fermi o bulloni di sicurezza, è vietata, salvo che per le viti di sicurezza utilizzate per ancorare il pneumatico al cerchio se a questo scopo, il cerchio è modificato, i bulloni, le viti, ecc. devono essere fissati.

Art. 188 – Pneumatici per motocicli da Enduro

  1. È proibito l’uso di pneumatici con chiodi metallici, catene o muniti di altri dispositivi antiderapanti (ad eccezione di manifestazioni invernali approvate dalla S.T.S.).
  2. Gli pneumatici a spatola detti “Scoops” (nervature radiali continue) sono vietati.
  3. Devono essere fabbricati in conformità con le specifiche dell’Organizzazione Tecnica Europea dello Pneumatico e del Cerchio (ETRTO).
  4. Gli pneumatici anteriore e posteriore, devono riportare sul fianco l’indice di carico con una prescrizione di utilizzazione minima uguale a 45 e l’indice di velocità con una prescrizione di utilizzazione minima uguale a M.
  5. Gli pneumatici devono riportare stampata sul fianco una sigla “E“ accompagnata dal numero di identificazione del paese di omologazione. Sigla e numero devono essere cerchiati o riquadrati.
  6. In alternativa, o in abbinamento all’omologazione “E” è ammessa la sigla “D.O.T”. (Department Of Transportation), sempre stampata sul fianco dello pneumatico.
  7. La profondità della scolpitura dello pneumatico posteriore nuovo, misurata ad angolo retto sulla superficie dello pneumatico, deve risultare al massimo di 13 mm.