Regolamento

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ENDURO 2020

[aggiornamento 28.01.2020]

Scarica qui il regolamento FMI Enduro 2020 »

Art. 23 – TROFEO MAXI ENDURO & SCRAMBLER
1. Viene assegnato il Trofeo Maxi Enduro & Scrambler attribuendo punteggi alle classifiche assolute – di cui all’art. 19.12 delle manifestazioni inserite a calendario Maxi Enduro & Scrambler.
2. Sono previste massimo di 5 prove.
3. Le manifestazioni di tale Trofeo devono avere un carattere storico-culturale per offrire ai partecipanti l’opportunità di conoscere i luoghi, la storia, la cultura, le tradizioni e l’arte dei luoghi attraversati e del popolo italiano.
4. Il percorso deve essere improntato alla massima semplicità utilizzando soprattutto sterrati.
5. La lunghezza deve essere adeguata al tipo di manifestazione compresa tra 20 e 25 KM e non dovrà superare i 90 minuti a giro comprese le prove speciali.
6. La gara deve prevedere un cross test ed una prova di abilità ad ogni giro.
7. Il regime di Parco Chiuso non è previsto e pertanto si applica quanto previsto dall’art (Parco Chiuso non previsto).
8. Il regime di Parco Chiuso non è previsto.
9. Eventuali Trofei monomarca saranno definiti con le Aziende e/o gli Importatori che si impegneranno per a mettere a disposizione premiazioni specifiche e supporto mediatico.


Art. 23.1 – PILOTI AMMESSI
1.Possono essere ammessi alla partecipazione del Trofeo Maxi Enduro & Scrambler i licenziati nati dal 2004 e precedenti, in possesso di un ranking iniziale.


Art. 23.2 – ISCRIZIONI
1. Le iscrizioni devono essere effettuate unicamente utilizzando il portale SIGMA-FMI.
2. La chiusura delle iscrizioni è fissata:
– per le iscrizioni all’intero Campionato entro 7 giorni dall’inizio dello stesso.
– per le iscrizioni alle singole gare entro 2 gg dall’inizio delle O.P.
3. Le Tasse di iscrizione prevedono:
– Euro 45 per l’intero Campionato
– Euro 60 per la singola gara
4. Le iscrizioni pervenute dopo la chiusura potranno essere accettate a discrezione del Comitato Enduro, applicando una maggiorazione di 30 €.


Art. 23.3 – MOTOCICLI
1. Sono ammessi alla partecipazione a tale Trofeo i motocicli immatricolati ed in regola col codice della strada, con cerchi e pneumatici nel rispetto del Codice della strada e degli art. “Pneumatici e Cerchi per motocicli da enduro” di cui al Regolamento Tecnico, suddivisi nelle seguenti classi:
a) Scrambler Light – SL – cilindrata fino a 400 cc
se compresi nell’elenco che verrà pubblicato sul sito del Promotore. Il Comitato si riserva la possibilità di far partecipare motocicli non presenti nell’elenco ad esclusione delle enduro specialistiche fino a 599 di cilindrata
b) Scrambler Heavy – SH – cilindrata oltre 400 cc
se compresi nell’elenco che verrà pubblicato sul sito del Promotore.
Il Comitato si riserva la possibilità di far partecipare motocicli non presenti nell’elenco ad esclusione delle enduro specialistiche fino a 599 di cilindrata
c) Maxi Enduro Monocilindriche – MM
con le seguenti caratteristiche:
– motore monocilindrico di qualsiasi cilindrata
– peso minimo in ordine di marcia dichiarato/ verificato Kg 160
– omologate 2 posti
– definite Maxi Enduro dal catalogo del produttore
– escluse specialistiche da enduro
d) Maxi Enduro Pluricilindriche – MP
con le seguenti caratteristiche:
– motore bicilindrico di qualsiasi cilindrata
– peso minimo in ordine di marcia dichiarato/ verificato Kg 160
– omologate 2 posti
– definite Maxi Enduro dal catalogo del produttore
– escluse specialistiche da enduro
e) Maxi Enduro Superacing – MS
con le seguenti caratteristiche:
– motore bicilindrico di qualsiasi cilindrata
– peso minimo in ordine di marcia dichiarato/ verificato Kg 160
– omologate 2 posti
– definite Maxi Enduro dal catalogo del produttore e preparate da gara
– escluse specialistiche da enduro
f) Scooter – SCO – qualsiasi cilindrata
g) Classic – CL
con le seguenti caratteristiche:
– immatricolati fino all’anno 2000
– motore 4 tempi di qualsiasi cilindrata
– escluse specialistiche utilizzate per competizioni enduro
h) Open – OP
con le seguenti caratteristiche:
– moto similari non ammesse nelle altre classi
– motore 4 tempi di qualsiasi cilindrata
– escluse specialistiche utilizzate per competizioni da enduro
f) Squadre di Moto Club e/o Scuderie Motociclistiche (composte da 3 piloti) con classifica stilata sommando i punti acquisiti in base all’Art. “Classifiche di Campionato” nella classifica di classe, di tutti i piloti iscritti; questa somma sarà utilizzata per la compilazione della classifica d’ogni giornata e per quella finale di qualsiasi Campionato.

2. In tutte le classi, la partecipazione di motocicli della stessa tipologia, con caratteristiche tecniche parzialmente al di fuori dei limiti, sarà valutata dal Comitato Enduro/Promotore. In caso di qualsiasi dubbio la classe di appartenenza verrà decisa dal Comitato Enduro/Promotore.

3. Una classe sarà considerata costituita con almeno un motociclo verificato e punzonato.


Art. 23.4 – OPERAZIONI PRELIMINARI
1.Le OP devono rispettare quanto prescritto negli art. 7.1 e 7.2
2.Unica punzonatura è il numero di telaio.


Art. 23.5 – PREMIAZIONI E CLASSIFICHE
1. Per ogni gara di campionato saranno stilate le seguenti classifiche:
a) individuale di classe
b) individuale assoluta
c) Per squadre di tipo A (Moto Club e/o Scuderie)

2. Per ogni gara verranno premiati i primi 3 classificati assoluti, di ogni classe e di squadra.

3. L’orario della premiazione è fissato 30 minuti dopo l’arrivo teorico dell’ultimo Pilota.

4. E’ obbligo per i piloti e le squadre classificati ai primi tre posti di ogni classifica di partecipare alle premiazioni se effettuate all’orario previsto.

Art. 23.6 – PROVE SPECIALI E DI ABILITA’

Per ciascuna gara possono essere previste le seguenti Prove di abilità:

a) CROSS TEST
tutto il percorso deve essere segnalato con fettuccia di due colori diversi (sinistra – destra) ed una zona di sicurezza, vietata al pubblico, della larghezza minima di un metro, deve essere disposta nella zona di partenza e di arrivo.

b) SLALOM
Percorso: il tracciato di gara deve avere una lunghezza max di mt 500 ed una larghezza costante di cm 150 per tutte le classi.
La corsia di partenza deve essere posta sul lato destro del senso di marcia con ingresso ed uscita separati.
L’intero percorso deve essere delimitato per impedire che il pubblico vi possa accedere.
Birilli: servono per circoscrivere il tracciato di gara lungo tutta la sua lunghezza, da entrambi i lati. Essi dovranno essere posti ad una distanza tra loro:
– di mt. 1 nelle curve, semicurve, cerchi
– di mt. 2 lungo i rettilinei
Devono avere una base di appoggio di almeno cmq. 25 ed un’altezza minima di cm. 20 e max di cm. 30. La parte finale superiore e non dovrà presentare spigoli pericolosi.
I birilli per slalom dovranno essere disposti ad una distanza tra loro di almeno 3 metri.
Penalità:
– per ogni birillo abbattuto 5 secondi
– porta saltata nello slalom 10 secondi
– piede a terra o prove di abilità non eseguite 20 secondi
– prova di abilità eseguita male 10 secondi

c) PRECISIONE
Il tempo della prova è dato dalla differenza tra il tempo imposto ed il tempo impiegato.
Nel tratto cronometrato non è ammesso mettere piedi a terra, né fermarsi.

d) ACCELERAZIONE
con coefficiente moltiplicativo di 5 (cinque) lunghezza max 50 mt. con sviluppo rettilineo

2. Ulteriori prove di abilità possono essere previste nel RP della singola manifestazione.


Art. 23.7 – CONTROLLI ORARI
1. E’ previsto un solo C.O. ad ogni giro, che deve coincidere con la zona di partenza e arrivo, nonché zona paddock.


Art. 23.8 – CLASSIFICHE DI TROFEO
Per il calcolo dei risultati finali del Trofeo non si effettua nessuno scarto né nelle classifiche individuali né in quelle a squadre. Al termine del Trofeo se due o più piloti avranno lo stesso punteggio verrà dichiarato vincitore chi avrà ottenuto il maggior numero di vittorie. A parità di vittorie chi avrà ottenuto i migliori piazzamenti. In caso di ulteriore parità verrà considerato il piazzamento dell’ultima giornata di gara.